31
"..di tante fiamme tutta risplendea": è la scena descritta da Dante nel canto XVII dell'Inferno. Otto canti più tardi, al termine della cantica, il Poeta trova Lucifero, nell'apice della crudeltà e del terrore infernale. Nove sono invece le giornate che mancano al termine della Serie A: i punti si fanno pesanti, l'aria diventa rarefatta perché di occasioni per sbagliare, in questo finale ultra-condensato, ne restano pochissime.

CONDANNATE - Classifica alla mano, Spal e Brescia hanno già un piede e mezzo in Serie B. Emiliani e lombardi si trovano rispettivamente a 19 e 18 punti, mentre il Genoa, quartultimo, è a 26. Tutto apertissimo, invece, per il terzultimo posto: sei squadre in sei punti, una coda di graduatoria che mette paura a tanti e non lascia tranquillo nessuno. 

LECCE - Partiamo dai pugliesi, freschi di sconfitta nello scontro diretto con la Samp. Dalla ripresa sono arrivati 3 ko in altrettante partite: pesano, soprattutto, i 66 gol subiti (peggior difesa della Serie A). In programma c'è la trasferta sul campo del Sassuolo, poi le sfide con Lazio (C), Cagliari (T), Fiorentina (C) e Genoa (T). 

GENOA - Quartultimo a 26 punti, il Grifone è reduce dal ko casalingo contro la Juve. Due sconfitte e un pari dalla ripresa del campionato, oltre che un calendario pieno di scontri diretti: nelle prossime 5 giornate, esclusa la sfida al Napoli, ecco le trasferte di Udinese e Torino (granata) e le partite casalinghe contro Spal e Lecce. Occasioni da non fallire, anche perché il finale comprende un derby thrilling con la Samp e la sfida con l'Inter. 

UDINESE - Due punti sopra il Genoa, a 28, ecco l'Udinese, che vanta però l'asterisco per la sfida da giocare questa sera all'Olimpico contro la Roma. Due sconfitte sue due dalla ripresa, soli 23 gol fatti (peggio hanno fatto solo Spal e Brescia, a un passo dalla B) e un calendario tosto: oltre alla gara contro i giallorossi, nelle prossime cinque ecco Genoa (C), Spal (T), Sampdoria (C), Lazio (C) e Napoli (T). 

SAMPDORIA - Da una genovese all'altra: la Sampdoria, con il pesantissimo 2-1 di Lecce, ha trovato punti fondamentali, portandosi a 29 lunghezze. All'orizzonte c'è un calendario dalla media difficoltà, con le sfide a Spal (C), Atalanta (T), Udinese (T), Cagliari (C) e Parma (T). 

TORINO - La vittoria con l'Udinese aveva illuso il Torino, incappato poi però nelle sconfitte con Cagliari e Lazio. Moreno Longo - 31 punti in classifica - deve salvare il salvabile, in una stagione decisamente deludente e ricca di contestazioni: nel week-end c'è il derby con la Juve allo Stadium poi Brescia (C), Inter (T), Genoa (C) e Fiorentina (T). Non una passeggiata.

FIORENTINA - Chiudiamo proprio con i Viola, reduci dall'umiliazione casalinga per mano del Sassuolo: i toscani viaggiano di pari passo con i granata, ma hanno trovato un solo punto in tre partite. All'orizzonte le insidiose sfide con Parma (T), Cagliari (C) e Verona (T), prima del doppio scontro diretto con Lecce (T) e Torino (C). Occorrerà fare punti, perché poi ci sono Roma e Inter.