79
La Sampdoria non sta attraversando un periodo splendente né in campo e men che meno fuori. I tre ko consecutivi in tre gare stanno mettendo in difficoltà l'allenaotre Eusebio Di Francesco, ma chi se la sta passando peggio è sicuramente il presidente Massimo Ferrero che sta vivendo in un clima di grande tensione in virtù della trattativa per la cessione societaria che non entra nel vivo.

MINACCIATO - Ieri a Bogliasco sono apparse sulla cancellata scritte intimidatorie quali: "Ferrero infame guardati le spalle". La Sampdoria ha denunciato il fatto e ha fornito alla polizia le immagini a circuito chiuso del centro, ma quello del campo di allenamento non è l'unico fatto grave avvenuto ieri. Sì perché come svela la Gazzetta dello Sport il presidente Ferrero, fuori a cena in un ristorante di San Desiderio con Di Francesco e il dt Osti, è stato assalito da una 50ina di tifosi, per lo più giovanissimi, che ha tentato di entrare nel locale. L'intervento della scorta del presidente e la chiamata delle pattuglie di rinforzo ha poi fatto allontanare i facinorosi.

NON MOLLO - "Non sarò mai ostaggio di nessuno" ha dichiarato già ieri Ferrero e nella mattinata di oggi, attraverso Tuttosport, il presidente manda un segnale chiaro anche alla cordata capitanata da Gianluca Vialli che sta provando l'acquisto della Sampdoria: "Se non arriva una nuova offerta entro venerdì prossimo la Sampdoria sarà incedibile". Messaggio chiaro e minacce degli ultras messe alle spalle. Basterà?