197
Hanno del clamoroso le intercettazioni delle conversazioni telefoniche occorse tra il commercialista di Massimo Ferrero, Gianluca Vidal, e il braccio destro del Viperetta Andrea Diamanti, oltre che quelle con la figlia Vanessa. L'uomo dei conti del patron romano della Sampdoria, infatti, parla del club blucerchiato con toni davvero inaspettati, raccontando retroscena sospettati dai più, eppure mai esplicitati in questo modo.

"Adesso ho capito perché sta cercando di prendere i soldi dalla Sampdoria!" attacca Vidal il 18 novembre 2020 con Diamanti, discutendo della scadenza del 2 dicembre quando Massimo Ferrero dovrà versare 250 mila euro per completare le transazioni civili per il fallimento delle due società Blue Cinematografica, Maestrale, Emmelle e Blu Line. Secondo Vidal, Ferrero per onorare la scadenza attingerà dalle casse della società. Nonostante lo stato dei conti, però, sta cercando di acquistare un appartamento a Roma "di cui 180 metri quadri su 270 sono abusivi".

Riporta Il Secolo XIX: "Massimo ha duecento milioni di euro di debiti. Quando mi ha parlato di questo progetto gli ho detto Massimo mi fai quasi ridere... sei pieno di debiti... non sai come ne uscirai e pensi a comprare?" Conferma Diamanti: "È stata fatta talmente tanta m... dentro queste società che è veramente preoccupante come sono state gestite. Perché Massimo Ferrero è un eccezionale commerciale, ma anche il peggior nemico di se stesso. Lui dice di non essere avido, ma in realtà vuole sempre di più.... Non abbiamo un euro. Il tema è che se gli dici che stai chiudendo la vendita di una società a ottanta, lui ne vuole cento. Se gli dici cento... ne chiede centoventi. Mi sembra di lavorare per uno limitato. Lui mi dice... io voglio prendere più di questo... io gli dico Massimo ma sei fallito...!". Il club è una delle società più importanti del romano nonostante, come ribadisce Vidal, "Non abbia più un euro".
Il 3 giugno, invece, Vidal contatta la figlia di Ferrero, Vanessa, per parlare di Samp. "Sul discorso Sampdoria papà proprio non ci pensa a venderla, potrebbe continuare a tenerla andando avanti così!". Vidal, però, non ci sta: "No, no, ascolta. Massimo va avanti a sogni. Dopodiché ha un culo micidiale e devo dire che è una persona veramente fortunata ma il tema è che il tribunale ha voluto la dichiarazione che noi la Sampdoria la mettiamo in vendita. Se lui si trovasse di fronte qualcuno che versi 33 milioni e li mette lì sul banco, lui salverebbe la Sampdoria. Quindi potrebbe trovare al limite qualcuno a cui vendere una quota importante, il 50 per cento o una cosa del genere, forse potrebbe essere una soluzione per tenere capre e cavoli".

La tensione tra la figlia e Ferrero è palpabile già a settembre 2020, come da telefonata con il compagno: "Niente, l'ho mandato a quel paese (Ferrero, ndr) mi ha il rotto il c.... Lui, la moglie e tutti questi falsoni di m.... Sono l'unica figlia che non gli ha mai rotto il c... Della c... di squadra mo ce stanno i problemi e hanno magnato tutti... l'ho presa a 100 mila l'ho dati come acconto casa e mi ritrovo che pezze al culo?. Pure la squadra...i soldi della Sampdoria... per me può andare a fanculo lui, la nuova famiglia. Ma che c. mi frega".

A questo punto, a febbraio Ferrero in persona contattata Vidal per parlare di Vanessa: "​Lei sta chiedendo cinquantamila euro per riavviare... per i danni che...". Replica di Ferrero: "Eh gli diamo una piotta e fa tutto". Vidal risponde: "Fa tutto alla grande. No, non glieli diamo tutti assieme i ciccioli. Gli diamo cinquanta e cinquanta". E ancora Ferrero: "Gliene diamo trenta! Trenta e trenta!". "Neppure l'aperitivo..."