La Sampdoria, ceduto Zapata, deve necessariamente muoversi sul mercato per andare a colmare un reparto che attualmente vanta soltanto Kownacki, Caprari e Quagliarella. Il principale indiziato per sostituire il colombiano sembra essere stato individuato in Defrel della Roma: più rapido e più veloce di Zapata, più simile alla filosofia di gioco di Giampaolo.

L'operazione però non è molto semplice. Qualche dubbio la Samp ce l'ha: Defrel ad esempio non è mai stato molto prolifico, anzi, nella sua miglior stagione in Serie A ha segnato 12 gol, uno solo in più di quelli realizzati da Zapata l'anno scorso. L'ex Sassuolo oltretutto è reduce da un campionato piuttosto complicata alla Roma. Nella Capitale ha ritrovato Di Francesco, ma ha giocato poco e segnato ancora meno. Può essere ideale per i contropiedi e il gioco in ampiezza, ma la Samp riflette sulla fattibilità dell'operazione.

Ci sono poi anche importanti motivazioni economiche, dietro ai tentennamenti doriani. La Roma aveva pagato Defrel molto: 5 milioni per il prestito, 15 per il riscatto e altri 3 di bonus. Una cifra addirittura superiore a quella versata a suo tempo dal club capitolino per prelevare Dzeko. La minusvalenza è dietro l'angolo, ecco perchè i giallorossi chiederanno almeno 13-14 milioni per l'eventuale cessione dell'attaccante. Oltretutto Defrel guadagna parecchio, circa 1,8 milioni a stagione, cifra non in linea con il budget blucerchiato. I termini economici di un eventuale acquisto del francese classe 1992 insomma non lasciano spazio a future plusvalenze, ecco perchè l'operazione Defrel per il momento non sembra convincere pienamente nè i tifosi, nè gli uomini mercato doriani.