7
Alta tensione in casa Sampdoria, dopo il sonoro tonfo in casa con il Monza. I tifosi, che hanno sostenuto i giocatori per 90 minuti senza contestazione, stanno tenendo i giocatori all'interno dello stadio, impedendo ai pullman delle due squadre di lasciare l'impianto, in maniera del tutto pacifica e senza surriscaldare gli animi. Nel frattempo, il tecnico Marco Giampaolo è stato esonerato dalla dirigenza blucerchiata. Ma andiamo con ordine.

ESONERO - La partita con il Monza era davvero l'ultima spiaggia per Giampaolo. La dirigenza, dopo la sconfitta con lo Spezia, lo aveva esplicitato: o si vince, o la panchina salta. Situazione non semplice da gestire, che infatti ha prodotto l'esito preventivabile. La batosta rimediata dai biancorossi, priva di qualunque reazione da parte della Samp, non ha lasciato scelta: l'avvocato Romei, nella pancia del Ferraris, ha prima comunicato la decisione all'allenatore e in seguito ha annunciato l'esonero alla stampa. Domani la squadra verrà affidata a Felice Tufano, mister della Primavera, mentre i piani alti di Corte Lambruschini ragioneranno sul da farsi. Circolano i nomi di Ranieri e di D'Aversa, quest'ultimo già a libro paga, ma attenzione anche al possibile ritorno di fiamma per Daniele De Rossi. L'ostacolo, come noto, è quello economico. Se la Samp non dovesse optare per il ritorno di D'Aversa, si ritroverebbe tre allenatori a libro paga, e i conti genovesi di certo non sono floridi.

CONTESTAZIONE DEI TIFOSI - Nel frattempo, i tifosi della Samp si sono assiepati fuori dallo stadio Ferraris, lato settore Distinti, quello da cui escono i pullman delle squadre. I cancelli sono rimasti chiusi a lungo, con Samp e Monza costrette a rimanere all'interno dell'impianto. Contestazione molto pacifica, senza violenza, ma netta e decisa. Alcuni, circa un centinaio, si sono dati appuntamento anche sotto alla Tribuna. Una presa di posizione forte da parte del pubblico, esasperato dai due punti in classifica e, soprattutto, da 8 anni di gestione Ferrero e da una cessione annunciata con scadenza mensile e per ora mai concretizzatasi.