Marco Giampaolo è entrato nella terza stagione consecutiva alla guida della Sampdoria. E' un piccolo record per i blucerchiati, che da tantissimi anni non vivevano tre campionati con lo stesso tecnico. Dal 6 luglio 2016 sono cambiate tante cose, ma il mister blucerchiato si è radicato saldamente nel cuore dei tifosi dando una precisa identità di gioco e valorizzando tantissimi calciatori, esplosi definitivamente grazie alle cure dell'allenatore di Giulianova.

Il più innamorato di tutti però è per forza di cose Massimo Ferrero. Il presidente del club doriano riconosce il grande lavoro del suo allenatore, a cui è legatissimo, e per questo motivo starebbe studiando anche un prolungamento del suo contratto, in scadenza a giugno 2020. A confermarlo è stato lo stesso Viperetta: "Giampaolo è da anni che dico che è un maestro e un grande lavoratore" ha detto il numero uno di Corte Lambruschini a Il Secolo XIX. "Certo che ci penso a tenerlo anche oltre il suo contratto, avremo tempo di pensarci e parlarne". 
Una dichiarazione, quella rilasciata dal presidente della Samp, che lascia intendere quali potrebbero essere le intenzioni della dirigenza blucerchiata: iniziare già dai primi mesi del 2019 a pianificare un rinnovo con Giampaolo. Ovviamente il rischio che arrivi un club blasonato a tentarlo c'è. E lo stesso allenatore è giustamente ambizioso. Rispetto ai suoi colleghi, però, Giampaolo ha alcune particolarità. Innanzitutto deve essere lasciato libero di lavorare in autonomia, cosa che a Genova può fare. Ha bisogno di una squadra che lo lasci libero di esprimersi, e in questo senso la Samp è la soluzione ideale.

Inoltre, Giampaolo ricerca alcune discriminanti ben precise a livello ambientale. "Non potrei mai allenare dove non c'è il mare, e d'inverno la nebbia" aveva dichiarato recentemente. Per di più, il tecnico blucerchiato ha dichiarato più volte di voler allenare "ancora qualche annetto, di sicuro non 10 anni". Per questo motivo una sua permanenza a Genova non è utopia. D'altro canto, l'indizio lo aveva dato lui stesso qualche tempo fa: "Sto pensando di comprare una barca a vela, poi la metto nel porto di Genova e quando ho due giorni stacco la spina andando per mare: cosa c'è di meglio?". Con il rinnovo, sarebbe tutto ancora più semplice.