10
Il presidente della Sampdoria Marco Lanna è pronto ad affrontare l'Inter. Il numero uno blucerchiato è sicuro che la squadra di Giampaolo affronterà l'impegno con i nerazzurri onorando il campionato, come già fatto lunedì scorso: "Intanto vorrei ricordare che dopo esserci tolti mentalmente il peso dello spettro retrocessione domenica scorsa, l’indomani abbiamo battuto la Fiorentina. Perciò mi auguro di proseguire su questa strada: siamo consapevoli che la squadra di Inzaghi sia fortissima e in grado di macinare ogni avversario anche in Europa. Detto questo, la Sampdoria ha voglia di dimostrare che nonostante l’annata storta, ha valori importanti" ha detto al Corriere della Sera.

"Con la Fiorentina si sono visti giocatori trasformati. Domenica scenderanno in campo con amor proprio e con la volontà di chiudere bene una stagione faticosa e stressante. Del resto, risultati scontati in questa stagione non ci sono, pensi alla sconfitta dell’Inter a Bologna o al pari del Venezia, già retrocesso, all’Olimpico con la Roma. Chi vuole vincere, deve sudare i tre punti, è il bello di questo campionato".
Qualcuno ha polemizzato sottolineando la simpatia di Giampaolo per l'Inter: "Conoscendolo metterà in campo la formazione migliore, senza far favori a nessuno. Ragionerà da allenatore della Sampdoria. E poi a dirla tutta io l’Inter l’ho già battuta, nel 1991: 2-0 a San Siro". A proposito, quell'anno la Samp vinse lo scudetto. Analogie tra quella squadra e il Milan? "L’elemento comune fra i due successi è la compattezza fra tutte le componenti e lo spirito di gruppo. Per il resto, i fatturati delle due squadre non sono paragonabili: noi abbiamo compiuto un autentico miracolo".