3
Sampdoria-Empoli 1-2

Audero 6: attento e reattivo su un paio di uscite basse, incolpevole sulla deviazione da due passi di Farias. Para un rigore, ma la ribattuta non gli lascia scampo. 

Sala 6: tutto sommato una buona partita in fase difensiva, meno costante quando si tratta di spingere anche se in alcune circostanze cerca di trovare spazio in attacco. 

Tonelli 4,5: il primo gol arriva per colpa di una dormita generale della difesa blucerchiata. Sul rigore invece l'errore è da matita rossa, perchè prima si fa saltare da Farias e poi lo stende.

Ferrari 6: spaccata estremamente rischiosa ma preziosissima alla fine del primo tempo per anticipare Caputo. Regge bene di fronte a Farias e Caputo, altra prestazione sufficiente che ne conferma la solidità.

Murru 6: bene in copertura e in spinta,il primo gol dell'Empoli è viziato da un intervento su di lui che poteva anche essere irregolare. 

Praet 5: compitino e nulla più, troppo poco per un calciatore in predicato di approdare in qualche top club europeo. Oggi decisamente sottotono e sotto ritmo.

Ekdal 6: solita gara attenta, da sufficienza piena per la quantità e l'apporto costante nel centrocampo doriano. Meno preciso in appoggio rispetto ad altre partite, ma guadagna ampiamente il 'sei' in pagella.
(dal 27' s.t. Sau 6,5: il sardo ovviamente va a fare la punta, con Vieira in regia. Rapido e furbo a procurarsi il rigore, Quagliarella gli deve una cena).

Jankto 5,5: il suo splendido tiro al volo avrebbe meritato miglior sorte, anche per restituire entusiasmo ad un investimento da recuperare ad ogni costo. Ha un'altra buona chance nella prima frazione, ma il suo sinistro si perde a lato. Da quel momento in poi, la sua prestazione subisce una netta flessione.

Caprari 6: subito vivace, ha una voglia matta di tornare protagonista, e si vede. E' uno dei pochi blucerchiati con qualche stimolo. Sufficienza per l'impegno, e per incoraggiamento.

(dal 27' s.t. Vieira 6: prende il posto di Ekdal, anche per mettere partite nelle gambe dopo una prima stagione in Serie A vissuta quasi sempre in panchina. Minuti utili in un processo di crescita).

Gabbiadini 5: scelta dell'ultimo minuto di Giampaolo. Defrel era già stato inserito nelle formazioni ufficiali, ma un problema nel riscaldamento spalanca le porte a Gabbiadini. L'ex Southampton nel primo tempo non tocca un pallone, nella ripresa se possibile si fa vedere ancora meno. Evanescente.

(dal 35' s.t. Ramirez s.v. : dieci minuti senza acuti)

Quagliarella 6,5: entra in campo con il sangue agli occhi, perchè la vetta della classifica dei bomber è un incentivo potentissimo. La sua smania di segnare si nota lontano un chilometro. Ha almeno tre o quattro occasioni in avvio, che però non riesce a sfruttare. Il rigore allo scadere, però, è una liberazione e gli consente di mantenere il passo nella classifica dei bomber. 26 in stagione, in attesa di Ronaldo. 


All. Giampaolo 5: oggi è una Samp in infradito e ciabatte, proprio quello che il mister voleva evitare. Lasciamo perdere le valutazioni legate alle situazioni di altre squadre, il Doria ha finito il suo campionato da almeno un paio di partite. Purtroppo, questa squadra senza stimoli non riesce a rendere, è un limite su cui dovrà lavorare, se resterà lui l'allenatore.