Commenta per primo
Sampdoria-Roma 2-0

Audero 7,5: spettacolare sul rigore, l'intervento sul tiro dal dischetto di Dzeko è la ciliegina su una stagione giocata ad alto livello.

Bereszynski 6,5: non soffre un certo Mkhitaryan, a dimostrazione del buon campionato disputato quest'anno. Si prende pure licenze offensive e non sbaglia niente.

Tonelli 7: gioca una partita perfetta, gigantesca, con due chiusure provvidenziali a salvare la Samp e tanti interventi puliti.

Colley 6,5: fa a sportellate con Dzeko e Mayoral, non teme il confronto e anzi, ingaggia spesso e volentieri il duello fisico, vincendolo quasi sempre.

Augello 6,5: spinge e offende nella prima frazione, si concede anche una licenza con tunnel a Santon. Chiude bene il diretto avversario nella ripresa, senza concedere nulla alla Roma.

Damsgaard 6,5: qualche buono squillo in avvio, fornisce un paio di sponde interessanti e dialoga volentieri con Bereszynski. Prestazione disciplinata, non eccezionale ma sicuramente positiva.

(dal 35' s.t. Candreva s.v.).
Thorsby 7: ruba cento palloni, tra cui quello che dà a Silva per il vantaggio blucerchiato. Fronteggia senza timore il centrocampo di Fonseca, e ne esce vincitore.

Silva 7,5: taglia, cuce e oggi rifinisce pure, per il primo gol in Serie A. Peccato per l'intervento un po' scomposto, con il braccio largo, che causa il rigore su cui si supera Audero, ma offre una prestazione di altissimo livello e fa girare la Samp.
 
(dal 39' s.t. Ekdal s.v.).

Jankto 7,5: oggi in palla, corre come sempre sbagliando pochissimi palloni. Trova pure il gol del raddoppio con lucidità e freddezza.

Verre 6,5: si muove in maniera intelligente, la sua posizione mette in difficoltà la difesa giallorossa. L'assist per Jankto è una delizia.

(dal 27' s.t. Ramirez 6: tiene qualche buon pallone, e usa l'esperienza per addormentare il match).

Gabbiadini 6: serata complicata, in mezzo ai corazzieri giallorossi. Difficile che l'ex Napoli possa dire la sua dal punto di vista fisico di fronte a tre centrali di questo genere, ma i suoi movimenti generosi liberano spazi ai compagni. Sguscia alle spalle di Smalling e si crea una bella opportunità, ma non riesce a prolungare in porta un bel suggerimento di Jankto in avvio.

(dal 27' s.t. Keita 6,5: chiama Fuzato alla parata, entra convinto e vivace).


All. Ranieri 7: si prende una bella soddisfazione contro la 'sua' Roma. La Sampdoria gioca una partita ordinata e concreta, cinica quando deve e convinta dei suoi mezzi. La serata, per i blucerchiati, era perfetta. I giallorossi, evidentemente scarichi e fisicamente poco brillanti, soffrono l'organizzazione e la 'testa sgombra' della Samp. Bravo Ranieri a preparare così la partita, bravo soprattutto a tenere sulla corda i suoi giocatori, anche in un momento potenzialmente sonnacchioso.