3
Sono arrivate la prime, vere parole da presidente della Sampdoria di Marco Lanna. Le dichiarazioni dell'ex difensore blucerchiato, ora numero uno di Corte Lambruschini, richiamano allo stile dell'era Mantovani e all'unità tra i tifosi: "​Quando mi hanno chiesto la disponibilità a fare il presidente, ho avuto mille emozioni: ho accettato con il cuore, provando una grande gioia nel guidare una società che amo e della quale ho fatto parte per anni" ha detto ai media ufficiali della Samp. "Partito dal Settore Giovanile, sono arrivato fino alla prima squadra, facendo una carriera che mi ha portato a vincere lo Scudetto, con una maglia che sento addosso come mia. Non c’è giorno in cui, incontrando qualcuno per strada, non mi venga ricordato qualcosa di quella Sampdoria. O anche di quella che trovai al mio ritorno, quella della partita con il Messina. La maglia blucerchiata è la mia pelle. Spero di poter dare tanto a questa squadra".
Lanna ha parlato anche del CdA: "Nel nuovo CdA trovo tre ottimi compagni di viaggio, di grande competenza: Alberto Bosco, Gianni Panconi e Antonio Romei. Sono certo che mi daranno una grossa mano. Includo in questo ragionamento anche il trustee Gianluca Vidal e Massimo Ienca, che ha avuto una parte importante in questo inizio di nuovo corso. Inoltre, ci tengo a svolgere il mio ruolo riavvicinando i tifosi e riaccendendo la passione. Il mio lavoro sarà quello di unire tutte le componenti: squadra, club e tifo. Sono cresciuto nella Sampdoria di Paolo Mantovani e Vujadin Boskov, mi piacerebbe ricreare quell’ambiente, quel clima che sa di famiglia. Ai tifosi blucerchiati dico che ci metterò tutto il mio impegno, chiedo loro di accompagnare me e la squadra in questo momento non facile. Vi voglio al nostro fianco"