60
Samuel Eto'o, ex attaccante dell'Inter, è stato condannato a 22 mesi di reclusione dopo l'ammissione di aver commesso il reato di frode fiscale al Tesoro per quasi quattro milioni di euro.  Come riporta Marca, i fatti risalgono al periodo tra il 2006 e il 2009, quando il camerunense era sotto contratto con il Barcellona. Condannato a un anno di prigione anche il suo ex agente, José María Mesalles, accusato dallo stesso giocatore di presunti reati di frode e appropriazione indebita nella gestione dei suoi beni. Motivo per cui Eto'o ha intentato una causa, ancora in fase istruttoria, contro Mesalles. 

Oltre alla condanna di reclusione, ridotta rispetto l'iniziale richiesta di 4 anni e 6 mesi dell'accusa, il giocatore dovrà anche pagare quattro multe, una per ogni reato, pari a 1 milione e 800mila euro. "Riconosco i fatti e pagherò, ma faccio sapere che all’epoca ero un bambino e che ho sempre fatto quello che mio padre mi chiedeva di fare”, queste le parole di Eto'o al tribunale di Barcellona.