Commenta per primo

Neanche ieri sono cominciati i lavori per adeguare lo stadio San Paolo come richiesto dalle norme della Uefa. Secondo quanto riporta Il Mattino il Comune, nonostante le rassicurazioni della settimana scorsa, non ha ancora dato il via libera al Napoli, che secondo gli accordi dovrà materialmente svolgere i lavori, che costeranno circa un milione di euro. Mancano ancora delle autorizzazioni. E allora tutto resta fermo, e probabilmente lo sarà fino a dopo Pasqua. 

Sette giorni fa il direttore generale del club azzurro Alessandro Formisano aveva lanciato un grido d'allarme per questi ritardi burocratici, che non consentono al club di avviare i lavori per lo stadio di Fuorigrotta. Parole a cui sono seguite le repliche anche del sindaco De Magistris. I lavori devono essere ultimati entro il 30 giugno prossimo. L'ok per il San Paolo in Europa nella prossima stagione è sempre più a rischio.