547
Come una doccia gelata sui piani di Inter e Milan su San Siro, arrivano le parole del sindaco di Milano, Giuseppe Sala: "Il Comune è proprietario di San Siro, se Milan e Inter decidono di fare uno stadio posso solo dire due cose. Ci vorrà tempo. E poi alla fine siamo padroni dello stadio. Nel dossier di Milano-Cortina abbiamo garantito che nel 2026 San Siro sarà ancora funzionante. Questa è la fine della storia. Dopo il 2026, nel caso avremo un nuovo stadio, decideremo il futuro di S.Siro. Ma ora siamo nell’assoluta condizione di confermare che quella sarà la sede della cerimonia di apertura". 

Poi ancora a Sky: "E' ovvio che lo stadio in sé, se non c'è altro, non si sostiene finanziariamente. Lo si può costruire se si può fare dell'altro intorno: residenze, parte commerciale. Se i due team si presentassero con un progetto globale, è impossibile che si possa fare in pochissimi anni. Io vorrei fare le cose domattina ma non è così, devo smorzare gli entusiasmi. Poi nel dossier abbiamo scritto che la cerimonia inaugurale si terrà a San Siro, e San Siro è nostro; quindi, lo terrei aperto fino al 2026. Ascolto le due squadre, ma lo stadio è del Comune e il Comune mantiene l'impegno di tenere aperto San Siro fino al 2026".