Da crack di mercato a grande flop nel giro di soli due anni, la carriera di Renato Sanches ha preso una svolta inaspettata: dopo aver incantato il Mondo con il Portogallo, contribuendo alla vittoria degli Europei nel 2016, il centrocampista classe '97 è passato dal Benfica al Bayern Monaco per la cifra record di 35 milioni di euro, diventati 40 con le 25 presenze collezionate la scorsa stagione in Baviera (45 i milioni di bonus complessivi stipulati dai due club). Il trasferimento in Germania, tuttavia, è stato solo l'inizio di un declino che ha portato alla delusione più grande: proprio la Nazionale che lo aveva lanciato lo ha abbandonato, escludendolo dalla lista dei pre-convocati per il Mondiale di Russia.

FLOP IN PREMIER, QUEL NO AL MILAN... - Una scelta non casuale, dettata da ragioni tecniche e da una stagione disastrosa: solo 12 presenze in Premier League con lo Swansea (15 complessive), soltanto 3 nel 2018, tra infortuni e prestazioni deludenti che non hanno aiutato il club gallese ad evitare la retrocessione. La mente va all'agosto dell'anno scorso e a un momento sliding doorsquando il Bayern ha detto no al Milan: i rossoneri erano pronti a prelevare Sanches in prestito (con diritto di riscatto) per avere un'alternativa di livello a Kessie, ma la soluzione non è stata accettata dai bavaresi, che hanno preferito una squadra di minor blasone per garantire un minutaggio più elevato. Obiettivo non ottenuto e nessuno soddisfatto: Milan senza alternative, Kessie costretto agli straordinari, Swansea con un investimento non ripagato e Bayern che si ritrova ora con una nuova grana.

IDEA WOLVES, NEVES... - Il futuro di Renato Sanches ora infatti è un rebus di non semplice risoluzione, perché il flop tra Bundesliga e Premier scoraggia eventuali pretendenti e anche il Milan adesso non è più interessato all'operazione. Tocca quindi al suo procuratore, Jorge Mendes, trovare una nuova sistemazione: se il ritorno al Benfica è una pista plausibile, pur comportando un netto passo indietro in carriera, prende corpo l'idea di un trasferimento al Wolverhampton per tentare la rivincita in Inghilterra. Uno scenario questo che potrebbe coinvolgere nuovamente il Milan: con i Wolves gioca già Ruben Neves, altro centrocampista della scuderia Mendes, che potrebbe quindi decidere di spostarlo per non avere sovrapposizioni. Il suo profilo era già stato accostato ai rossoneri e Mendes, che nei prossimi mesi discuterà con il club di via Aldo Rossi il futuro di André Silva, avrà la possibilità di proporlo nuovamente a Fassone e Mirabelli. Tutto ruota attorno a Renato Sanches e alla sua prossima squadra: Bayern, Wolverhampton e Milan, attesa per il verdetto.

@Albri_Fede90