76
Deciso, irremovibile. Spesso, nella sua carriera, Maurizio Sarri lo è stato dal punto di vista tattico. Negli ultimi tempi anche per quel che riguarda i suoi piani per il futuro. Mesi in cui, da casa, l'allenatore sta riflettendo e valutando, convinto più che mai della sua scelta, comunicata qualche settimana dea anche al Marsiglia: aspettare la prossima stagione per ripartire con un nuovo progetto, senza accettare proposte in corsa durante quest'anno. L'OM ci aveva provato seriamente a inizio febbraio, dopo la burrascosa separazione con Villas Boas. Niente da fare, Sarri ha ringraziato ma declinato. 

LA JUVE PAGA - L'allenatore ha infatti scelto di prendersi questo anno sabbatico, dopo l'esonero dalla Juventus. Una stagione intera per osservare, aggiornarsi e prepararsi poi a tornare, più determinato che mai. Con i bianconeri che gli hanno pagato regolarmente lo stipendio previsto dal suo contratto biennale e presto dovranno versare a Sarri circa 2,5 milioni di euro: nel contratto firmato dalle parti nell'estate 2019, infatti, era previsto che in caso di mancato prolungamento per una terza stagione la società avrebbe pagato questa somma.
TRA FIORENTINA E NAPOLI - Una volta chiuso definitivamente il suo rapporto con il club del presidente Agnelli, sarà il momento di ripartire. Di lasciare la sua Figline Valdarno e tornare in campo, con un progetto chiaro, in cui Sarri possa essere centrale. Già diverse società si sono fatte avanti, su tutte la Fiorentina, che ha mosso i passi più concreti. I viola hanno un posto speciale nel cuore dell'allenatore, visto che sono la squadra per cui faceva il tifo da bambino, e il presidente Commisso sarebbe entusiasta di affidare a lui il nuovo corso. C'è poi anche l'ipotesi di un ritorno a Napoli, clamoroso per come si era consumato il divorzio e per gli stracci volati al momento del suo passaggio dal Chelsea alla Juve. Con Gattuso destinato a dire addio, il presidente De Laurentiis sta valutando diverse opzioni, compresi due ex come lo stesso Sarri e Benitez. Ancora qualche settimana di attesa e sarà il momento delle decisioni: il Maestro è pronto a tornare.