90
L'attaccante del Sassuolo e della Nazionale, Domenico Berardi, ha concesso un'intervista a Chi insieme alla moglie Francesca Fantuzzi, poco dopo il matrimonio in cui i due si sono anche sbilanciati per il futuro.

PRONTO ALL'ADDIO - Berardi, corteggiato da Milan, Roma e Juve, ha confermato che "Se sarei pronto a lasciare Modena e vivere in un'altra città? Mi piace abitare a Modena, sono 11 anni che vivo qui ma sono arrivato a un punto in cui soffrirei meno il cambiamento grazie a mia moglie e mio figlio, con loro mi sentirei a casa in qualunque città".

LA MOGLIE CONFERMA - La conferma arriva anche dalla moglie Francesca: "A me piace viaggiare, spostarmi. Domenico ha maturato questa consapevolezza negli anni. Lui è sempre stato molto legato ai suoi punti fermi, adesso che siamo io, lui e il bambino, ha capito che potremmo andare da qualsiasi parte nel mondo. Per mio figlio voglio stabilità e normalità che abbiamo cercato di avere noi, ma il laovo di suo papà richiede spostamenti. Io sono cresciuta con un padre che segue tutte le partite di calcio, ma Domenico è peggio: guarda ogni sport e, se c'è una gara di notte, punta la sveglia".
IL FIGLIO E GLI ESORDI - Berardi ha parlato anche degli inizi e del figlio: "Sogno che mio figlio stia bene e che faccia sport. Non gli farò pressioni per fare il calciatore, ma intanto lo alleno. Mio fratello si era trasferito a studiare a Modena e io, a 14 anni, avevo fatto un provino con la Spal. Ma poi, per nostalgia, ero tornato in calabria dai miei genitori. Tutti però mi dicevano: "Cosa ci fai qui? Vai al nord a trovare una squadra!". E così dopo un anno, sono tornato su e ho avuto la mia occasione".