Commenta per primo
Al termine della vittoria contro il Benevento, parla Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo: "E' bello che i miei calciatori parlino di obiettivo Europa, ma la Roma è distante 11 punti e bisogna essere realisti. Per ora guardiamo il vantaggio rispetto alla più diretta inseguitrice, che è il Verona. Oggi abbiamo vinto contro il Benevento ed è un successo pesante".

Sulle assenze e i singoli: "In pochi rimarcano che ci sono delle assenze frequenti, da tempo non ho a disposizione Caputo, Defrel e Berardi che non sono gli ultimi arrivati - spiega De Zerbi in conferenza, come riporta TMW -. Boga ha talento, ma ha segnato tre reti in 30 giornate. Raspadori è giovane e deve crescere. Oggi abbiamo avuto la colpa di tenere in bilico il match fino al 95', dopo aver sprecato situazioni favorevoli: la cattiveria sotto porta deve essere la componente che ci permette di valorizzare il tipo di gioco che proponiamo, sia in casa sia in trasferta".

Infine: "Sono riconoscente al Benevento, spero che dalla prossima partita possano fare le 2-3 vittorie che servono per restare, con merito, in questa categoria. Ho dato un dispiacere a persone che mi hanno dato fiducia in passato, ma fa parte del gioco. Quanto alla gara, sono contento della prestazione".