Calciomercato.com

  • Sassuolo, Dionisi: 'Risultato troppo severo, ecco cos'ha Berardi'

    Sassuolo, Dionisi: 'Risultato troppo severo, ecco cos'ha Berardi'

    L'allenatore del Sassuolo Alessio Dionisi ha parlato ai microfoni di DAZN dopo il ko per 3-0 contro la Juventus.

    Serviva una gara perfetta.
    "Non siamo stati perfetti, abbiamo responsabilità sui loro gol. Risultato troppo severo, ma la Juve in casa è più forte che fuori casa. Se non sei perfetto, diventa impossibile far risultato".

    La critica è dunque sui gol?
    "Sapevamo a cosa saremmo andati incontro. Non possiamo essere soddisfatti di aver fatto una buona prestazione, ma avendo regalato i gol. Il terzo è quello che mi fa più arrabbiare, su una situazione che abbiamo visto, rivisto e corretto. Abbiamo vinto con la Fiorentina, essendo bravi in difesa ed efficaci nelle situazioni, poi il calcio ti dà e ti toglie. Il portiere è stato bravo, poi se concedi occasioni la Juve le sfrutta. Mi dispiace aver fatto cambi forzati, che ci hanno impedito di creare altre occasioni. Abbiamo fiducia nei nostri mezzi, essendo consapevoli che questo campionato ce lo dobbiamo sudare".

    Come sta Berardi?
    "Ha avuto crampi, altrimenti non l'avrei mai tolto".

    Hai pensato a snaturarti in settimana e quanto è mancato Toljan?
    "E' uno dei giocatori con più qualità in squadra, potrebbe fare il trequartista e non a caso è tra quelli che aveva giocato di più. Pedersen, co più corsa e meno tecnica, ha fatto comunque la sua partita. Per la difesa a tre non abbiamo dei quinti, improvvisarli diventa difficile e abbiamo esterni di qualità. Berardi va a trovarsi la zona di campo, Laurienté deve giocare sulla linea. Volevo mettere in campo i giocatori che hanno più finalizzazione fuori area, cosa con cui all'andata abbiamo vinto. Oggi è stato bravo il portiere e ci sono responsabilità sui gol. Diventa impossibile così fare risultato".

    Serviva più compattezza?
    "Noi abbiamo giocatori di gamba davanti e basta, quindi allungano la squadra e non riusciamo ad accompagnare con quelli a metà campo. Non dobbiamo correre questo rischio, ma nel secondo tempo siamo stati più ordinati. Su questo dobbiamo migliorare di squadra, è un aspetto che dipende da tutti i reparti. Nel primo tempo abbiamo perso qualche pallone sciagurato in orizzontale".

    Altre Notizie