1
Sassuolo-Frosinone 2-2
  

Consigli 5,5: non può nulla nei due gol subiti. Poco prima del raddoppio è miracoloso in uscita su Pinamonti. 

Demiral 6,5: partita senza grossi pericoli nella sua zona. Demiral è come al solito il più positivo della retroguardia neroverde.

Lemos 5,5: in impostazione rallenta spesso la giocata, facendo infuriare un De Zerbi che dalla panchina predica velocità. Del resto l'uruguaiano non giocava da dicembre. Se era un test, Lemos l'ha sprecato ancora. E De Zerbi lo sopporta un tempo. 

(dal 1' st Boga 7: al 7' si rende già pericoloso con un bel tiro a giro dal limite, che finisce di poco a lato. Semina il panico fino a trovare il gol del pareggio, a un quarto d'ora dal termine circa)

Ferrari 6,5: a parte un buco clamoroso sull'occasione mancata da Pinamonti, il lato sinistro del Sassuolo non soffre. Nella ripresa, con la difesa a quattro, fa il centrale assieme a Demiral. Accorcia le distanze su assist di Rogerio al minuto 21 della ripresa.   

Lirola 6,5: una spina nel fianco sinistro della squadra frusinate. Vince il duello con Beghetto, però nel primo tempo è impreciso sia nel tiro che nell'ultimo passaggio. Non migliora nella ripresa finché non serve un pallone d'oro a Boga, che segna e pareggia. 

Bourabia 6: il marocchino ci ha abituato a questo tipo di prestazioni, sempre sufficienti, per carità, ma mai di più. Tanto affidabile quanto privo di giocate risolutive.  
Magnanelli 6: organizza bene la manovra, con lucidità e velocità sul manto bagnato del Mapei Stadium. Sul primo gol dei ciociari tuttavia lui e Bourabia non riescono a coprire la zona rossa davanti alla difesa, dove arriva Sammarco a calciare in rete. 

Rogerio 6: Paganini lo disturba più di quanto Beghetto fa con Lirola sulla fascia opposta. Resta perciò più bloccato dello spagnolo e quando avanza non incide nei cross.   

Sensi 6,5: confermato sulla trequarti dopo Udine e Firenze, si dimostra un giocatore di livello superiore, da ben altri palcoscenici.  

(dal 34 st Locatelli 5,5: si fa ammonire subito, più per stizza che per determinazione.  Non aggiunge nulla al forcing finale)

Berardi 6: di nuovo un'altra prova positiva, macchiata però da un clamoroso gol mangiato al 25' del primo tempo (solo e a tu per tu con Sportiello, colpisce il palo).  

Matri 5,5: nel 3-4-1-2 disegnato da De Zerbi prende il posto di Babacar, ma combina poco. Goldaniga lo marca stretto.  

(dal 1' st Babacar 5,5: impegna con un bel colpo di testa Sportiello intorno al 18' della ripresa. Fa infuriare De Zerbi in più di un'occasione)


All. De Zerbi 6,5: dopo l'immeritato svantaggio, lascia negli spogliatoi Lemos e Matri e passa al 4-3-3 nella ripresa. Boga gli cambia la partita. Belle mosse, azzeccate.