70
Dopo l'anticipo di venerdì sera e le gare di ieri e oggi pomeriggio, è terminata questa sera alle 20.45 la quarta giornata di Serie A, con il posticipo in scena allo Stadio Olimpico di Roma tra la Lazio di Simone Inzaghi e il Parma di Roberto D'Aversa: la squadra capitolina, reduce da due brutti ko, in campionato contro la Spal e in Europa League contro i rumeni del Cluj, rinasce nell'impegno casalingo contro gli emiliani, che hanno finora totalizzato una vittoria e tre sconfitte, vincendo 2-0 grazie alle reti di Immobile e Marusic. Ciro Immobile titolare e in gol, non segnava all'Olimpico dal 4 novembre, ma viene sostituito al 64' ed esce furibondo, litigando in panchina con Inzaghi e non esultando al raddoppio del compagno Marusic. Scoppia il caso: il napoletano lascia il campo mandando segnali e sbracciandosi verso l’allenatore, e dopo essere tornato in panchina si crea grande tensione con il proprio tecnico:  "Così è assurdo, assurdo", la risposta dell'allenatore "Lamentati, vai. Vai avanti così".  I due si sono avvicinati molto, a muso duro, poi Immobile è andato dritto in panchina. Il Parma ha perso tutte le ultime sei partite di Serie A contro la Lazio: è la striscia aperta di sconfitte più lunga contro una singola avversaria per i crociati nella competizione. La Lazio ha vinto tutti gli ultimi sette incontri interni di Serie A contro il Parma.​