Altro colpo di scena per quanto concerne il campionato di Serie B 2018/2019: è stato infatti accolta da parte del Tar la richiesta di sospensione cautelare presentata dal Foggia che ha ufficialmente congelato la delibera con cui il Consiglio Direttivo della Lega B aveva disposto di non disputare i playout, decretando la retrocessione delle ultime tre della classifica della stagione regolare. Il Tribunale amministrativo discuterà nel merito il ricorso dei pugliesi martedì 11 giugno.

LA DECISIONE DEL TAR
- Secondo il Tar "la modifica della graduatoria del campionato, a seguito della retrocessione della squadra del Palermo provoca uno scorrimento che ha come effetto quello di permettere la disputa dei playout a squadre diverse rispetto a quelle individuate nella precedente graduatoria". Nelle prossime ore arriverà anche l’esito del processo di appello al Palermo per gli illeciti amministrativi di Zamparini: se verrà confermata la sentenza del Tribunale federale, che ha retrocesso i siciliani in Serie C, la Lega di B dovrà riprendere seriamente in considerazione l’ipotesi di disputare i playout, col Foggia in campo.

IL COMUNICATO DELLA SERIE B - Ecco il comunicato da parte della Lega Serie B: "Il Consiglio Direttivo della Lega B sospende la delibera sui playouy. La decisione fino alla Camera di Consiglio del Tar del Lazio del prossimo 11 giugno. Preso atto del decreto del Presidente del Tar del Lazio, emesso in data odierna sul ricorso del Foggia Calcio, il Consiglio Direttivo della Lega B, riunitosi a Milano, sospende la propria delibera del 13 maggio 2019 (nella parte concernente i playout) fino alla Camera di Consiglio del prossimo 11 giugno 2019, fissata per la trattazione collegiale."