223
Milan Skriniar non ha dubbi: sarà lui il perno della difesa dell'Inter nella prossima stagione. Il centrale slovacco, in odore di rinnovo del contratto che ad oggi scade nel 2023, non perde occasione per ribadire come i nerazzurri rimarranno competitivi anche nella campagna a venire, nonostante le partenze che si stanno già concretizzando (vedi Perisic, ma anche Bastoni e De Vrij sono traballanti per ragioni diverse). 

SODDISFATTO - "Ho un contratto con l'Inter e sono felice. Queste speculazioni si verificano ogni anno o sei mesi, ma non c'è nulla di concreto. Sono soddisfatto a Milano. L'anno scorso abbiamo vinto lo scudetto, quest'anno la Coppa Italia e la Supercoppa. Abbiamo ancora qualcosa per cui lottare, abbiamo fissato degli obiettivi davanti a noi e ne sono soddisfatto". Parole che non lasciano spazio ad interpretazioni, pronunciate dal ritiro della Nazionale slovacca.

SKRINIAR SI, BASTONI... - E' un sentimento, quello dell'ex Samp, che probabilmente è condiviso anche dal suo omologo di sinistra, Alessandro Bastoni. Che ha postato immagini con cuori nerazzurri sui social, che ha avanzato addirittura l'idea di chiamare la seconda figlia Nera per affiancarla alla piccola Azzurra. Se non è amore questo... Eppure, nella linea dell'Inter che ha difficoltà a trovare un acquirente credibile per De Vrij e che vuole strappare un pezzo da 90 come Bremer alla concorrenza, rischia di esserci spazio solo per uno dei due centraloni dal cuore nerazzurro. E questo, dovendo scegliere, è senza dubbio Skriniar. A meno che il sacrificio non venga fatto in un'altra zona del campo...