15
Una notte da protagonista, come non ne viveva da tempo. Manolo Gabbiadini è tornato eroe nel Southampton, con il gol che ieri sera ha deciso lo scontro diretto per la salvezza con lo Swansea e, a una giornata dalla fine della Premier League, ha regalato un vantaggio di tre punti in classifica ai Saints. Una gioia isolata nella difficile stagione vissuta dall'attaccante italiano e dalla sua squadra, abituata a lottare per l'Europa. 

ANNO DIFFICILE - A testimoniare i problemi vissuti dal classe '91 sono i numeri: la zampata di ieri sera al Liberty Stadium è stata infatti solo la quinta nel 2017/18, mentre nelle sue prime quattro gare con la maglia dei Saints ne aveva realizzate ben sei. Il suo avvio da sogno in Premier aveva fatto pensare che, dopo gli anni tra campo e panchina col Napoli, finalmente Gabbiadini fosse pronto a esplodere. Dopo qualche mese, però, e il cambio di allenatore è cambiato tutto al Southampton e il classe '91 di Calcinate quest'anno è stato schierato solo 11 volte titolare, rimanendo addirittura per nove partite intere a guardare i compagni di squadra.
IL RICHIAMO DELL'ITALIA - La prossima estate lo vedrà ancora protagonista sul mercato: Gabbiadini vuole sentirsi al centro del progetto ed è pronto a tornare in Italia, anche per non uscire dal giro della Nazionale dopo il Mondiale sfuggito nello spareggio con la Svezia. Gli estimatori in Serie A non gli mancano: dal Bologna, che ha avuto dei contatti con l'agente Silvio Pagliari già a gennaio, alla Fiorentina, passando per la Lazio che è alla caccia di un attaccante da affiancare a Ciro Immobile. Una notte da eroe, in attesa di una stagione per rilanciarsi: Gabbiadini è tornato e ora non vuole fermarsi.