Commenta per primo
L'estate è passata in un baleno, il tempo di perdere Lazzari, Fares (per infortunio) e Bonifazi. E una nuova stagione è già alle porte. Con tutte le incognite e le paure tipiche della vigilia. Perché la Spal non può essere una squadra di grandi certezze, soprattutto dopo un mercato altalenante, che ha portato in dote diversi giocatori di talento che saranno a chiamati a sostituire degnamente alcune delle colonne della squadra degli ultimi anni. 

Poche certezze. Tranne Sergio Floccari, l'eterno Sergio Floccari, che da domenica indosserà la fascia di capitano
. Succede ad Antenucci, altra cessione eccellente, e avrà il compito di essere la guida di una squadra che ha vissuto cambiamenti importanti durante il corso del mercato. Ma chi meglio di un campione esperto come Floccari poteva indossare la fascia? Probabilmente nessuno. 

Dubbi e incertezze, un nuovo capitano, ma lo stesso stadio. Perché il Mazza sarà aperto per Spal-Atalanta e farà da cornice al debutto stagionale della squadra di Semplici. Una partita complicata per mettere subito alla prova il lavoro fatto in estate. Una buona notizia che si spera possa essere solo la prima di tante, perché la Spal è reduce  dalla migliore stagione della propria storia ed ha il dovere di tenere alto lo stendardo anche quest'anno. Ma la società e Semplici hanno sempre lavorato bene, quindi la parola d'ordine può essere solo una: fiducia. Buon campionato e buona Spal a tutti.