Commenta per primo

Due rigori, per altro apparsi solari, per rimontare e superare in extremis il Frosinone. Così lo Spezia mette piede per la prima volta nella zona play-off. Il tutto davanti agli occhi di patron Gabriele Volpi. I ciociari passano in vantaggio dopo 7' con Santoruvo, che da posizione molto defilata piazza un tiro angolatissimo approfittando di uno sbadiglio di Murolo che cincischia in area con la sfera. La reazione dei liguri non si fa attendere, prima con Lollo che al 13' si vede respinto di piede dal portiere ospite il tiro a botta sicura, poi con Evacuo e Iunco che mettono i brividi alla retroguardia gialloblù. I bianchi pareggiano in chiusura di tempo. Cross dal fondo di Iunco che scavalca Nordi, Evacuo sul secondo palo viene steso da dietro da Federici, che si becca anche il giallo. E' lo stesso ex frusinate che dal dischetto gonfia la rete spiazzando Nordi. Ripresa meno brillante, ma con due occasionissime, una per parte. Al 49' Evacuo si gira dal limite ma il tiro colpisce il montante, mentre al 64' è Federici che a botta sicura si vede ribattere in scivolata da Lucioni un tiro scagliato a non più di un paio di metri a porta sguarnita. In pieno recupero la rete decisiva dei padroni di casa. Casoli dal fondo crossa ed Evacuo, appostato sul secondo palo per ribadire in rete, viene anticipato di mano da Magli. Rigore ed espulsione per il giovane centrale. Evacuo dagli undici metri non fallisce.

SPEZIA

L'allenatore dello Spezia, Michele Serena: 'Sicuramente un successo voluto, che ci consente di entrare in zona play-off. E pensare che stavo rimbrottando Casoli per aver lasciato Buzzegoli tutto solo in mezzo al campo... Giacomo ha fatto il cross sul quale c'è stato il rigore decisivo. Devo dire che abbiamo fatto meglio nel primo tempo e discretamente anche per mezz'ora della ripresa. Loro sono un'ottima squadra che ci ha messo in difficoltà in mezzo al campo soprattutto nella ripresa'.

FROSINONE

L'allenatore del Frosinone, Eugenio Corini: 'Torniamo a casa con una sconfitta immeritata, ma che se non altro ci lrende consapevoli di poter essere protagonisti in questo campionato. Siamo venuti sul campo della miglior rosa di questo campionato e abbiamo fornito una prova solida. Il gol nel finale è un'ingenuità che parte innanzitutto dall'aver lasciato loro tre-quattro passaggi sulla fascia e un cross facile in area. E' un grande rammarico, ma perdiamo in casa della squadra più forte, con un grande pubblico. Quando abbiamo giocato tranquilli abbiamo creato difficoltà, quando ci siamo impauriti loro hanno avuto buon gioco'.