2
Nel postpartita di Roma-Spezia, ha parlato così l'allenatore degli ospiti Vincenzo Italiano a Sky Sport: "Per lo Spezia non è mai facile niente. La prima cosa che ho detto è di dimenticare la Coppa e i ragazzi lo hanno fatto. Bravi a recuperare il doppio svantaggio, ma poi dopo meno bravi nell’occasione che ha decretato la nostra sconfitta. Anche se ci sono degli errori, all’ultimo secondo devi cercare di non pendere gol. Rimane la doppia buonissima prestazione".

GESTIONE DEL PALLONE - "Quando l’allenatore ti dice che devi portare il risultato non puoi correre quel rischio lì. Averla recuperata era un grande merito per i ragazzi contro una grandissima squadra. Il punto sarebbe stato importante, ma ripartiamo. Continuiamo così perché l’atteggiamento e lo spirito mi piace. Ci riprenderemo i punti da un’altra parte".

ROMA - "Fonseca è un allenatore di altissimo livello, possono capitare momenti con alti e bassi per le squadre. Sono partiti bene, ma poi hanno avuto un calo. Con grandi giocatori riesci sempre a trovare il colpo di coda, la Roma può giocarsi tantissimo ed auguro a Fonseca il meglio".
CRESCITA - "Oggi cresce la mia rabbia per non aver preso nemmeno un punto. Ho la consapevolezza di riuscire a mettere in difficoltà le grandi squadre, abbiamo fatto un ottimo cammino. La strada è lunga, ma abbiamo la nostra identità ed il nostro atteggiamento che porteremo anche nel girone di ritorno. Non mi piace quando abbassiamo la tensione con le partite quasi chiuse. Non capitava da un po’, le partite vanno tenute aperte e non mi piace quell’aspetto".

NZOLA - "Nulla di grave, ma ha questo fastidio alla caviglia e non vogliamo rischiarlo".