1
Fiorentina-Spezia 3-0

Provedel 6: Sui tre gol può poco, ma mette una pezza su almeno altre due occasioni della Fiorentina, specialmente un tiro ravvicinato di Vlahovic.
Vignali 5: Nel primo tempo è molto propositivo sulla fascia, anche se come tutti i suoi compagni cala drasticamente nella ripresa, finendo inghiottito dalle offensive viola. Molto male sul finale di gara, quando non riesce a trovare più le misure.

(Dal 40’ s.t. Piccoli: SV)

Ismajli 6: Il migliore della retroguardia spezina, nella prima frazione non fa toccare palla a nessuno della Fiorentina. I palloni alti sono tutti suoi, e finchè riesce a chiudere, regge anche lo Spezia. Cala nella ripresa.

Chabot 5.5: Prova a mettere più pezze che può nella ripresa, ma non riesce a farsi trovare pronto in almeno due occasioni, soprattutto in occasione del secondo gol. La Fiorentina aumenta i giri nel secondo tempo, e il centrale tedesco affonda.

Marchizza: SV

(Dal 10’p.t. Ramos 5.5: Entra al posto dell’infortunato Marchizza, provando a prendere il suo posto sulla corsia. Nel primo tempo si fa trovare spesso, per poi rimanere troppo schiacciato nella ripresa)

Maggiore 5.5: Il primo tempo dello Spezia è di alto livello, ma lui pare un po’ estraneo al gioco. Soffre Amrabat, che lo tiene sempre sotto stretta osservazione, e non mette in campo la sua solita qualità

(Dal 18’ s.t. Sena 5.5: Entra per vivacizzare la mediana ligure, ma non riesce mai a farsi notare. Trova davanti Borja Valero, che mette in ghiaccio il pallone, e non trova mai il guizzo)
Ricci 6: Il migliore a centrocampo dei suoi, l’unico che riesce a tenere i ritmi sia nel primo che nel secondo tempo. Il gioco dello Spezia passa dai suoi piedi, e finchè la squadra lo regge, gioca un’ottima partita. Cala anche lui nel secondo tempo.

Estevez 5: Bene il primo tempo, cala nella ripresa quando perde le misure con i compagni e gli avversari. Partita condizionata dall’errore che spalanca la porta alla Fiorentina per il terzo gol.

Gyasi 5: Parte dinamico e propositivo, per spengersi nella ripresa. All’inizio parte pericoloso, tenendo schiacciato Venuti sulla corsia, ma con la Fiorentina che è venuta fuori nel secondo tempo, esce completamente dalla gara.

Agudelo 6: Decisamente il più pericoloso dei suoi, ex dal dente avvelenato. Molti grattacapi ai suoi ex compagni, e in avvio di gara va vicino al gol con un tiro che sibila accanto al palo. Cala con il passare dei minuti, anche a causa di un colpo subito.

(Dal 18’ s.t. Galabinov 5: Entra per aumentare la pressione offensiva dello Spezia, ma non riesce mai a farsi trovare dai compagni. Corpo estraneo al gioco di Italiano)

Saponara 5.5: Gioca esterno alto, come terzo d’attacco, ma si fa vedere poco. Non riesce ad essere incisivo, e aiuta poco i compagni in fase offensiva. Davanti trova Quarta in gran serata, e passare è difficile.

(Dal 18’ s.t. Verde 5.5: Entra per cambiare la gara e vivacizzare l’attacco spezino, ma non riesce nel suo scopo)

Italiano 5: Primo tempo ottimo, secondo disastroso. Finchè i suoi reggono i ritmi imposti, la Fiorentina rimane chiusa nella sua metà campo, ma quando Prandelli cambia i viola con le sostituzioni, non riesce a reggere il passo.