33
Quella di questa sera, contro il Napoli, rischia di non essere soltanto l'ultima partita dell'anno di Thiago Motta sulla panchina dello Spezia. Ma anche l'ultima in assoluto. I risultati sono deludenti, il rapporto dell'allenatore con la squadra non è mai sbocciato del tutto e la scommessa fatta lo scorso anno dalla dirigenza, al momento, è da considerarsi persa. La corsa per la salvezza non può passare per i rinforzi in arrivo dal mercato, dato il blocco imposto dalla Fifa per alcune irregolarità nel tesseramento di calciatori minorenni.

SVOLTA... IN ATTESA - La svolta potrebbe così arrivare da un cambio in panchina, con Motta che è a serio rischio esonero, come e più che nelle ultime settimane. Una decisione, a meno di clamorosi colpi di scena, la società ligure sembra averla già presa, ma per formalizzarla aspetta l'anno nuovo. Il motivo di questa attesa è da cercare in una clausola, inserita nel contratto dell'allenatore italo-brasiliano, che prevede il pagamento di una somma (circa 400mila euro) all'ex centrocampista in caso di esonero entro fine anno. Una cifra che, ovviamente, la società non vuole pagare. E quindi aspetta, col destino di Thiago Motta che appare però segnato.