197
Dopo la rivoluzione datata 15 novembre 2013, quando di fatto l’Inter è passata dalle mani di Moratti a quelle di Thohir, un altro scossone potrebbe far vibrare le pareti della sede nerazzurra in corso Vittorio Emanuele, che si appresta ad accogliere un nuovo socio pronto ad offrire soccorso alle deboli finanze. Esponenti del gruppo cinese Suning si sono presentati questa mattina a Milano, gli asiatici sono stati accolti da Thohir ed hanno iniziato a muovere i primi passi nel capoluogo lombardo: prima l’incontro con il sindaco Pisapia, poi la visita ad Appiano Gentile, dove hanno potuto apprezzare il centro sportivo, salutare Roberto Mancini e assistere all’allenamento della squadra. 

PRIMA IL 20% POI TUTTA L'INTER - Dalle 16.30 alle 18.30, tanto è durata la permanenza in Pinetina, poi gli esponenti di Suning hanno acceso il navigatore ed impostato Imbersago tra le destinazioni. Proprio in queste ore, infatti, è in corso una cena tra Massimo Moratti (foto fcInter1908.it), Erick Thohir e la delegazione del gruppo Suning, decisa a trattare lacquisizione del 20% delle quote. Non è ancora chiaro se anche Moratti intenda cedere una piccola parte del proprio pacchetto azionario (circa il 6%) o se alla fine sarà il solo Thohir a privarsi di una fetta più grossa delle proprie quote. Sta di fatto che la scalata di Suning sembra ormai inevitabile e, nel giro di un paio d'anni, dovrebbero arrivare a detenere la maggioranza del club, con l'uscita dai giochi di Thohir o con l'attuale presidente indonesiano che si accontenterebbe di restare in società con una quota di minoranza.

RILEGGI IL LIVE DELLA GORNATA INTER-CINESI