2
Il Senegal aveva deciso di non sostituire l'infortunato Sadio Mané, ma ora ha cambiato idea: convocato Moussa Ndiaye, il terzino dell'Anderlecht si unisce in extremis alla lista per i Mondiali in Qatar. A annunciarlo il ct Aliou Cissé in conferenza stampa, alla vigilia dell'esordio contro l'Olanda: "E' difficile sostituire Mané, ma Ndiaye è un giovane molto promettente e per questo abbiamo deciso di portarlo". Sostituire un attaccante con un difensore, una decisione che ha stupito ma che si lega anche ai problemi amministrativi del terzino Ismail Jakobs: ritardi nella finalizzazione della registrazione del cambio di nazionalità sportiva di Jakobs, che è nato a Colonia e ha nove presenze con le giovanili della Germania prima di aggregarsi al Senegal lo scorso settembre. Cissé ha spiegato: "Spero che Jakobs si unisca a noi per la nostra prossima partita. Consideriamo tutti gli scenari. Puntiamo su una certa versatilità, il che significa che non avremo problemi a sostituire Ismail Jakobs".

IERI IL MATRIMONIO, DOMANI I MONDIALI - Notizia a sorpresa per Ndiaye, formatosi nella filiale senegalese dell'Aspire Academy del Qatar e che non ha mai giocato in nazionale maggiore, contando solo dieci presenze con l'Under 20. Due stagioni con la squadra delle riserve del Barcellona al centro di La Masia (2020-22) prima di trasferirsi all'Anderlecht in estate. Emozione quindi per Ndiaye, che nella giornata di ieri si è sposato e ora vola in Qatar per raggiungere la squadra: ieri il matrimonio, domani i Mondiali in Qatar.