Commenta per primo

Lo ha voluto fortemente e in estate ha coltivato quel sogno che da tempo aveva nel cassetto ma che teneva nascosto a tutti. Igli Tare, con una mossa d'astuzia, è riuscito a strappare un importantissimo sì aMiroslav Klose nello scorso mese di giugno. Ce l'ha fatta e ora si coccola il suo gioiello, un amico prima che ex compagno di squadra ai tempi del Kaiserslautern"L'ho seguito negli ultimi due anni con particolare attenzione - ha rivelato il ds biancoceleste ai microfoni di Sky Sport 24 -. Ho cominciato a prendere in considerazione l'ipotesi di portarlo a Roma già da tempo e ho sfruttato il momento opportuno. La storia e i numeri parlano per lui, conoscevo il suo carattere e la sua voglia di fare bene, ci tenevo davvero che Klose venisse a Roma". Un gol, quello contro la Roma, che ha regalato ai tifosi laziali una gioia che mancava da oltre due anni."Per noi in campionato sarà fondamentale - ha proseguito Tare -. Già prima che si cominciasse a parlare del derby era curioso di quale atmosfera si potesse respirare attorno a questa sfida. Poi nelle ultime due settimane, assieme alla moglie e ai figli, ha avuto modo di accorgersene sulla propria pelle. In città i tifosi lo hanno letteralmente sommerso d'amore. I suoi obiettivi? L'europeo è quello primario, si sta preparando al meglio. Ma se dovesse mantenere questo stato di forma, meriterebbe di giocare anche il Mondiale".