4
Carlo Tavecchio, ex presidente della Figc, ha parlato a Radio Kiss Kiss Napoli della situazione del calcio italiano, colpito dallo stop per l'emergenza coronavirus: "I diritti tv sono parte determinante dello spettacolo, se non ci saranno le partite sarà un dramma perché le tv non faranno fronte agli impegni economici. Questo vuol dire che molti club di Serie A, che hanno già anticipato quei soldi attraverso il sistema finanziario, si troveranno in grande difficoltà. E poi c'è il problema della mutualità. Il 10% di mutualità va alla B, alla Lega Pro e ai dilettanti, nella misura di 60 milioni alla B, 20-25 alla Lega Pro e 10 ai dilettanti. Questo per dire che il mancato assolvimento di queste partite porterà a problemi a catena, dalla A ai dilettanti. Uno stato non può fare finta di niente in un mercato che è il 4°-5° d'Italia".