Commenta per primo
Andrea Signorini, difensore della Ternana, figlio di Gianluca, storico capitano del Genoa scomparso nel 2002, parla a la Gazzetta dello Sport: "Io non sarò mai come il mio babbo, magari potessi. Uomini come lui sono rari. Entrambi difensori? Ma con caratteristiche diverse. Sono fisicamente alto, bravo di testa, rapido sull’uomo, destro di piede. Ho sempre creduto nei miei mezzi. I miei obiettivi, i miei sogni, sono quelli di ogni bambino che comincia a giocare a calcio. Voglio ottenere il massimo, magari non ce la farò, ma ce la metterò tutta. Il mio babbo è arrivato in Serie A tardi e poi è diventato capitano del Genoa, quindi...".