3
Il suo debutto tra i grandi, con la maglia del Genoa indosso, lo ha fatto il 25 gennaio del 2001. A Marassi, casa del Grifone, si giocava un match amichevole, ma di un'importanza unica. Da una parte le storiche maglie rossoblù, dall'altra una divisa interamente bianca, vestita da giocatori storici di Parma e Roma. E Andrea fa una tripletta. Tre gol in pochi minuti, il primo dedicato a suo papà che, da bordocampo, osserva. Andrea ha 11 anni. Andrea fa di cognome Signorini. E il papà è Gianluca

DEBUTTO IN A - Ora gli anni sono 27, papà non c'è più da quasi 15 anni, colpa della bastarda direbbe Borgonovo. E Andrea prova a seguire le sue orme: ha vestito la maglia del Genoa, vincendo, da capitano, la Coppa Italia Primavera nel 2009, anno in cui, il 15 maggio, debutta in Serie A contro il Chievo Verona grazie a Gian Piero Gasperini, che gli fa calpestare il prato verde di Marassi per un minuto. Papà Gianluca, su quel campo, con la fascia al braccio e la 6 sulle spalle, ci ha giocato 207 partite, tra l'88 e il '95, vincendo un campionato di Serie B. Prima di diventare una bandiera del Grifo, ha indossato le maglie di Roma, Parma (con Sacchi in panchina), Cavese e Ternana. Andrea si fermò a quella partita in A, e ora prova a ricalcare le orme del padre proprio ripartendo da Terni. 

IN GOL - Andrea sognava di diventare una bandiera del Genoa, ma così non è stato. Dopo il debutto, la polvere dei campi di Lega Pro, salvo 4 presenze in B a Cittadella, con Alessandria, Benevento, Rimini e Fondi, lasciato in estate per l'Unicusano Ternana, seguendo mister Pochesci. Prime partite fuori neanche in panchina, poi la convocazione contro l'Entella, infine i 90 minuti  contro Bari, Venezia e Brescia. Poi, oggi, nella sfida spettacolo, terminata 3-3, contro la Cremonese, ancora il posto da titolare. Ancora lì, al centro della difesa, proprio come papà. Ed eccolo, il primo gol in Serie B, quello del momentaneo 2-1, con un magnifico colpo di testa. Fa niente se nella ripresa è arrivata l'espulsione per doppio giallo, fa niente se la gara è terminata 3-3. Andrea ha esultato, come quando aveva 11 anni. E, come quando aveva 11 anni, un pensiero è andato a papà Gianluca. 



@AngeTaglieri88