439
Nelle 544 pagine di richiesta di misure cautelari presentate dai Pubblici Ministeri della Procura della Repubblica di Torino nei confronti dei vertici della Juventus, richieste poi respinte dal Gip, non c'è solo il club bianconero. Sono infatti tante le società citate, riporta Calcio e Finanza, sia tramite intercettazioni fra i protagonisti dell'inchiesta e i corrispettivi delle altre squadre,  sia tramite la citazione negli scambi effettuati e sotto indagine. 

L'ATALANTA E IL COLLOQUIO CON AGNELLI - L'Atalanta, già citata nei giorni scorsi, riappare grazie ad un'intercettazione fra Andrea Agnelli e Luca Percassi (che non è indagato ndr.): "Su un numero di elementi che abbiamo, io in questo momento devo stare fermo perché abbiamo Consob, Guardia di Finanza e qualsiasi cosa che ci stan guardando […] sugli ultimi due anni. Allora io vorrei chiudere questa roba qua e poi tornare a mettere a posto".

TOTTENHAM - L'affare Romero vede nuovamente coinvolta l'Atalanta, ma con il Tottenham dove il ds Paratici si è nel frattempo trasferito. E propio Percassi a Paratici dice: "Quella lettera lì non potrò mai tirarla fuori, perché dovessimo andare in giudizio, viene fuori che ho fatto il bilancio falso"
PISA - Lo stesso Paratici che tira in ballo anche il Pisa in un'intercettazione con il dg Corrado (non indagato ndr.) in merito alla possibile operazione per Lucca:  "L’ho sempre fatto, l’ho fatto con Caldara […] l’operazione devi farmela fare a me! Dammi retta, l’operazione la faccio io anche per il Pisa! Tu devi darmi solo le linee, il resto lo metto a posto io. L’ho fatto per il Genoa tutta la vita, l’ho fatto per l’Atalanta tutta la vita, l’ho fatto per il Sassuolo tutta la vita […] Quando io ho i parametri dopo sistemo tutto […]"..


LE ALTRE - Infine nell'atto c'è particolare attenzione anche per Sampdoria, Sassuolo, Empoli, Udinese e altre squadre delle serie inferiori e straniere.