57
Nel destino dei grandi numeri dieci della storia della Juventus c'è spesso Dortmund. Ne sa qualcosa Carlos Tevez, eroe indiscusso della serata magica del Signal Iduna Park. La finale di Berlino è ancora lontana, ma con un Apache così i tifosi bianconeri possono sognare in grande. Due reti, un assist per Morata e soprattutto due polmoni enormi totalmente a disposizione dei compagni.

L'EREDE DI ALEX - Tevez, un diez moderno che corre e lotta come un mastino. Il popolo giallonero di Dortmund non se lo dimenticherà tanto facilmente. Esattamente come non si è ancora scordato di Alessandro Del Piero. Leggendario capitano bianconero dal 2001 al 2012, è stato l'ultimo a vestire la maglia numero dieci prima di Carlitos. Lo stesso Alex che nei gironi della Champions Leage 1995-96 gelò il Westfalenstadion - quando ancora si chiamava così - con una delle sue micidiali traiettorie a giro. In quell'occasione la Juve si impose 3-1.

IL DIVIN CODINO - Quando si parla di imprese in terra tedesca, anche Roberto Baggio può dire la sua. Roby è stato il più grande incubo del Dortmund nelle notti di Coppa Uefa. Con la maglia della Juve, nel '93 sigla una doppietta nella finale di andata della competizione e  nella stagione 1994-95 concede il bis, questa volta in semifinale. Sempre a Dortmund, sempre con il dieci sulla schiena.