55
Una notizia attesa da giorni. Le operazioni di soccorso dei ragazzi intrappolati dal 23 giugno nella grotta di Tham Luang, nel nord della Thailandia, stanno procedendo bene. Ai 12 piccoli calciatori e al loro allenatore è stato riservato un intero piano dell'ospedale Prachanukroh di Chiang Rai. Una volta salvati, come precauzione per evitare infezioni, non potranno vedere le proprie famiglie per le prime 24 ore.

16.25 - Gli altri otto ragazzi e l'allenatore ancora all'interno della grotta Tham Luang saranno riportati all'esterno tra 10-20 ore per motivi logistici e per una necessaria preparazione dell'equipaggiamento. Sulla zona intanto ha ricominciato a piovere.

16.10 - Sono quattro e non sei, come erroneamente era trapelato, i ragazzi fatti uscire sinora dalla grotta di Tham Luang. Lo hanno precisato le autorità thailandesi rivedendo il numero fornito da alcuni media che citavano fonti ufficiali locali.

15.35 - I primi due ragazzi ad essere usciti dalla grotta hanno entrambi 14 anni e si chiamano Prajak Sutham e Nattawut Takamsai, che portano rispettivamente il soprannome Note e Tle. Lo riportano i media thailandesi.
15.10 - Sale a 6 il numero dei piccoli calciatori estratti dalla grotta di Tham Luang. Ne rimangono da salvare altri sei più l'allenatore. Lo riporta Sky News.

14.50 - Secondo quanto riportato da fonti ufficiali delle autorità locali 4 dei 13 prigionieri della grotta (12 ragazzi più l'allenatore) sono stati salvati. Due di loro sono già usciti e sono stati trasportati all'ospedale Chiang Rai, distante circa 60 km,(uno di loro, secondo le prime informazioni, avrebbe bisogno di cure urgenti). Gli altri due invece "hanno raggiunto la camera tre e usciranno a breve dal complesso delle grotte". Lo ha spiegato il generale Kongcheep Tantrawanit, portavoce del Ministero della Difesa del paese, che ha poi aggiunto: "Potranno uscire a piedi". 
 

CORSA CONTRO IL TEMPO - Le operazioni di soccorso sono cominciate questa mattina (le 5 in Italia), e vedono impegnato un team di 18 sommozzatori, di cui 5 thailandesi e 13 stranieri. Scortati da due sub, i ragazzi vengono estratti attraverso i cunicoli allagati della cavità, lungo un viaggio di alcune ore che dovrebbe ricondurli tutti in superficie. I 12 piccoli calciatori sono stati divisi in quattro gruppi, l'allenatore sarà l'ultimo ad uscire. Medici e soccorritori attendono all'esterno della grotta. Potrebbero volerci al massimo due giorni per completare l'operazione. La corsa contro il tempo continua.