41
Un gol e quattro assist in 17 partite disputate sin qui in stagione. 17, perché non riposa mai, è l’unico giocatore della rosa del Milan senza un vero e proprio sostituto di ruolo. Lui è Theo Hernandez, uno dei grandi punti di forza della squadra di Stefano Pioli. Ha riposato fin qui due volte in Europa League (entrambe contro lo Sparta Praga) e mai in campionato, dove ha sempre giocato dall’inizio e non è mai stato sostituito. È partito a rilento, poi ha ingranato ed è tornato a esprimersi sugli altissimi livelli della passata stagione, la prima in rossonero. È intoccabile per Pioli, che al suo posto ha schierato Diogo Dalot sulla fascia sinistra in tutte e due le occasioni. Può giocare anche Calabria in quella posizione, anche lui di piede destro come il portoghese. Ha scelto così in estate il Milan, per le famose “opportunità di mercato” di cui parlano sempre Maldini e Massara. Dalot è stata una di queste e per la sua grande duttilità può giocare sia a destra che a sinistra e lo ha dimostrato proprio in rossonero. Per le rare occasioni in cui Theo Hernandez ha riposato, rarissime.




L'OBIETTIVO - Il Milan ritiene inavvicinabile ogni valutazione per Theo Hernandez, sempre più determinante in Italia e in Europa. “Non pensavo di poter essere così determinante fin da subito, ma conosco il mio valore e so in che condizione mi trovo. Quando sono arrivato qui ho detto che avrei dato il massimo per diventare il miglior esterno. So che ce ne sono di ottimi, ma dopo la stagione che ho fatto so di poter diventare uno dei migliori al mondo”, ha detto nei mesi scorsi, senza nascondersi Theo.

IL VALORE - Il classe 1997 è tra i punti di forza del Milan, tanto che in estate quando il Paris Saint-Germain con l’ex Leonardo ha sondato il terreno, Maldini ha risposto con un no secco. Alzando un muro altissimo, rispedendo al mittente i sondaggi senza far partire alcuna trattativa. Arrivato dal Real Madrid per 20 milioni di euro, oggi è ambito dai più grandi club europei e per il Milan vale più del doppio. Per 40 milioni i rossoneri non sono disposti a sedersi al tavolo, Theo oggi costa almeno 50 milioni. Almeno, perché il prezzo è destinato a salire ancora, considerando il rendimento del terzino francese. Che dopo essersi preso il Milan, vuole un posto nella nazionale per il Mondiale.