1
Non solo calcio per Urbano Cairo, il presidente del Torino ha fatto il quadro sulla situazione politica dell'Italia ai microfoni del Il Foglio. E a chi gli chiede se ha intenzione di scendere in politica risponde: "Al momento l'idea non mi sfiora, ma non si può mai sapere cosa ci riserva la vita. Erano 10 anni che progettavo la scalata a Rcs senza mai parlarne con nessuno: i sogni non si svelano prima, si mettono in pratica. La politica la segue da lontano: "Sono un imprenditore, è nomale che sia interessato. Grillini e leghisti hanno fallito. Alla gente bisogna raccontare la verità: è un momento comlicato, negli ultimi dieci anni la classe media è peggiorata. Io ho abbastanza chiaro in mente quello che va fatto, ma in questo momento non posso assumermi altri impegni".

PARTIRE DA ZERO - Lui per il momento non ne vuole sapere di far parte della politica, ma c'è chi lo vede come il nuovo Berlusconi: "Non ci penso ad assumere la guida di partiti già esistenti che hanno attraversato una parabola tra successi e fallimenti. Se si deve fare il grande passo, bisogna creare qualcosa di inedito".