Commenta per primo
Nella sfida dei turnover massicci vince il Toro contro il Cittadella e la rete decisiva la mette a segno uno degli emblemi della travagliata stagione dei piemontesi, ovvero Luca Belingheri. Arrivato l'estate scorsa con grandi aspettative, è stato accantonato dopo una prima parte di girone d'andata a dir poco deludente: l'1-0 del 18' porta la sua firma ed è praticamente l'unico sussulto del Toro in tutto il match. Il resto, come spesso accade d'altronde, lo fa il portiere granata: il Cittadella, pur non giocando al massimo, crea qualche grattacapo alla retroguardia del Toro che vede in campo anche il 18enne Benedetti (tra i migliori in campo). Morello respinge tutti gli attacchi veneti e quando non ci arriva lui, come al 46' del primo tempo, ci pensa la traversa a dire 'no' a Volpe. I risultati finali dicono che i granata affronteranno il Sassuolo mercoledì all’Olimpico (ore 18.30), mentre il Cittadella sfiderà il Brescia (ore 21). TORINO Tra i protagonisti del match, apparso peraltro in buona forma, c'è Giuseppe Statella, che si candida davanti a Colantuono per questi imminenti play-off: 'Mi sono sempre allenato al massimo. Se il mister vuole, io sono pronto'. Ma individualismi a parte, Statella parla anche del Toro e degli spareggi: 'Oggi volevamo vincere, senza fare calcoli, ma gestendo le energie in ottica play-off. E' stata una scelta giusta. La sorte ci mette contro il Sassuolo: ce la giocheremo'. CITTADELLA Da parte del Cittadella parla invece Leonardo Pettinari, entrato a gara in corso al posto di De Gasperi: 'Sarebbe stato bello vincere, per la classifica, ma va bene così. Ora ci giochiamo questi play-off che ad inizio stagione non erano il nostro obiettivo, ma che ora vogliamo provare a vincere'. Motivazioni altissime per la formazione veneta che, come il Toro, oggi ha optato per un grande turnover: 'Continuiamo a coltivare questo sogno, vogliamo provarci, ci crediamo. Per tutti noi sarebbe bellissimo riuscirci'.