2

Forse parlare di prove di derby è esagerato. In fondo - si legge sull'edizione torinese odierna di Tuttosport - lo stadio non era riempito nemmeno per metà (poco più di 10.000 le presenze). E sebbene la Maratona fosse praticamente piena, e per l’occasione sia riapparso anche lo striscione storico dello scudetto del ‘76, con quella scritta 'Ultras' col teschio in mezzo un po’ ingiallita dal tempo, la curva Primavera era di nuovo un po’ scarna. Certo non ha aiutato il fatto che fosse un turno infrasettimanale. Però il duello che è andato in scena tra le due tifoserie ha scaldato gli animi dei presenti, come succederà sicuramente domenica contro la Juve. Una battaglia a colpi di botta e risposta che, passateci la similitudine vista la provenienza degli avversari, evocava gli alterchi di shakespeariana memoria tra Montecchi e Capuleti guidati dal temerario Mercuzio. Uno spettacolo sugli spalti, oltre che sul campo, che è continuato con intensità costante per tutti i 90 minuti del match. Una Maratona davvero scatenata, che ha esibito anche giochi di luce e ha scaldato le ugole per domenica. E anche se dovesse incappare in una laringite poco importa, per domenica sarà guarita.