Al termine di Sampdoria-Torino, Walter Mazzarri ha così parlato a Sky Sport: “Il Toro oggi ha avuto un approccio come a Bologna, era una squadra che ha fatto quello che sa fare. In un campo difficilissimo come quello di Marassi, abbiamo saputo interpretare le gare fuori casa come quelle in casa. Adesso non bisogna cullarsi su questa vittoria, anzi dobbiamo limare gli errori. Rispetto alle altre gare, oggi siamo riusciti ad essere concreti. Il Torino gioca bene, questo è quello su cui stiamo lavorando. Se si guardano i dati, noi corriamo meno rispetto agli altri ma il punto è che corriamo bene. Questa era una mi impressione e i dati che abbiamo analizzato con la tecnologia lo hanno confermato”. 

BELOTTI - “Io un po’ di attaccanti gli ho allenati e tutti hanno vissuto dei momenti di crisi. Io ho cercato di dargli serenità, tranquillità, gli ho chiesto di giocare per la squadra, di fare ciò che proviamo in allenamento. Dopo tutto viene di conseguenza. Ci sono dei momenti in cui non è stato aiutato anche dalla squadra. Può migliorare? Lui è giovane, come è migliorato Cavani può anche lui.  E’ un attaccante completo, calcia con il destro e con il sinistro, può migliorare sull’uno contro uno. Sull’uno contro uno ci stiamo lavorando.”. 

FRUSTALUPI - “Nicolò l’ho conosciuto quando era team manager della Pistoiese e lui analizzava le squadre avversarie. Mi piace come ragiona, è pignolo, io l’ho portato con me. Adesso è un grande allenatore, siamo cresciuti insieme, è bravo. Tatticamente è uno dei migliori, se volesse allenare da solo non avrei problemi a proposito, se lo meriterebbe”.