194
Un difensore centrale, è questa la priorità del Milan per il mercato di gennaio. Una necessità nata dal grave infortunio al ginocchio che costringerà Simon Kjaer a saltare i prossimi mesi e priva Stefano Pioli di una pedina fondamentale nella sua rosa. A Milanello, però, può succedere anche altro nel prossimo mese. Molto dipenderà dalle cessioni che Paolo Maldini e Ricky Massara riusciranno a concludere nelle prossime settimane. Una delle quali, può riguardare Pietro Pellegri.

C'È IL TORO - Tanti problemi fisici hanno rallentato la prima metà di stagione dell'attaccante in rossonero, che non è riuscito fin qui a trovare continuità e neanche a segnare, nelle sei presenze collezionate. La soluzione può essere una partenza, magari in prestito, per permettergli di trovare più spazio. E c'è già chi si è informato sulla sua situazione: il Torino, dove Pietro ritroverebbe Ivan Juric, l'allenatore che lo ha avuto con sé nella Primavera del Genoa.
LA SCELTA DEL MILAN - C'è però un ostacolo a questa soluzione: Pellegri si trova infatti al Milan in prestito oneroso con diritto di riscatto dal Monaco. Un milione di euro è quanto i rossoneri hanno già versato nelle casse del club del Principato, altri sei sono quelli che andranno eventualmente pagati al momento dell'acquisto a titolo definitivo. Per permettere al classe 2001 di trasferirsi in prestito, il Milan dovrebbe quindi anticipare già a questo mercato il riscatto del giocatore. Una soluzione complicata al momento, per quanto mostrato fin qui. Sono giorni di riflessione e pianificazione a Casa Milan, anche su Pellegri...