Commenta per primo
Un gol fondamentale nell’ultima gara con il Sassuolo e un rendimento in continuo crescendo. La prima rete in carriera in Serie B non può che rendere felice Luigi Scaglia: ”È stato davvero emozionante, sono veramente contento”. Da quando è in granata, il centrocampista granata si è trovato talvolta costretto ad accomodarsi in panchina, ma non per questo ha perso la voglia di dimostrare il proprio valore: “Siamo ventitré giocatori e, così come gli altri, sono a disposizione del tecnico e non discuto le sue scelte, così come quella di farmi giocare a destra o a sinistra. Anche nel Lumezzane ho giocato a destra, quindi va bene così”. Sul discorso play-off, Scaglia non ha dubbi ”È un campionato a parte, diverso da quello regolamentare: tutti partono da zero. Una cosa è certa: serviranno i tifosi, la nostra arma in più. A Modena tutti abbiamo capito quanto sia importante avere dei tifosi al seguito, è come giocare sempre in casa”. Scaglia si è lasciato andare anche a qualche commento sugli arbitri”Noto che quando si tratta del Toro hanno reazioni esagerate. L’ho provato sulla mia pelle, non prendo tanti cartellini, eppure col Crotone sono stato ammonito senza aver fatto fallo”. Un pensiero anche ai prossimi impegni, in particolare le gare con Mantova e Cittadella:“So della rivalità con il Mantova, ma dobbiamo mettere da parte ogni timore. Siamo il Toro, gli altri devono avere paura di noi”.