Commenta per primo
Scoppia il caso-Boyè in casa Torino. Dall'Argentina, infatti, fanno molto rumore le parole pronunciate dal patron del River Plate D'Onofrio, che accusa i granata di scorrettezza per l'operazione legata al loro attaccante in scadenza: "Avevamo un accordo con la Roma ma un intermediario che ha gestito tutto, e di cui non posso dire il nome perché non lo posso dimostrare, si è accordato con il Torino. Stiamo parlando con la società granata, perché abbiamo un rapporto limpido, ma l'accordo può essere rotto entro un mese". Il club di via Arcivescovado, comunque, già diversi mesi fa aveva annunciato la buona riuscita dell'operazione: le speranze di bloccare il trasferimento sembrano davvero poche, ma nelle prossime settimane sono attese novità.