10
Provate a chiedere a un qualsiasi tifoso del Torino se vorrebbe che Andrea Belotti restasse e le risposte andranno dal “Sì” al “Certo che sì”. Ponete la stessa domanda a un suo compagno di squadra e la risposta che avrete sarà la stessa. Lo ha detto chiaramente Armando Izzo: “Belotti è il nostro capitano ed è anche un bravissimo ragazzo. Lo aspettiamo, speriamo che rimanga con noi”.

Cosa farà il Gallo? Forse neppure lui lo sa con esattezza. L’idea di cambiare squadra, di giocare per obiettivi ben più nobili della semplice salvezza lo attrae ma, allo stesso tempo, è anche molto legato al Toro e a Torino. Nel caso dovesse andare via nn lo farà certo a cuor leggero: tutt’altro. A convincerlo a restare dovrà essere Urbano Cairo, con un’offerta di rinnovo adeguata e con un progetto tecnico di un certo livello. Finora, però, il mercato in entrata non è ancora decollato e sono arrivati i soli Etrit Berisha e Magnus Warming, ovvero il portiere di riserva e un giovane esterno d’attacco ancora molto acerbo per il campionato di serie A. Nel frattempo sono però partiti giocatori del calibro di Salvatore Sirigu e di Nicolas Nkoulou. 
Il Torino non può permettersi di perdere anche un giocatore come Belotti, sia per le qualità tecniche del centravanti che per quelle umane, sottolineate anche da un altro leader dello spogliatoio come lo è Izzo. Tifosi e compagni di squadra lo vogliono al Toro, Cairo lo tenga presente.