Commenta per primo

L'Internacional Porto Alegre conquista la finale del Trofeo Angelo Dossena battendo con un rotondo 4-0 l'Albinoleffe. I brasiliani si dimostrano nettamente superiori ai volonterosi bergamaschi e ben registrati in ogni zona del campo, ipotecano la vittoria già nel 1° tempo. Il vantaggio arriva già al 7': su un cross teso di Lucas sottoporta irrompe Leo per la deviazione vincente. La reazione dell'Albinoleffe non è convincente e il raddoppio dell'Internacional viene siglato al 26' dal subentrato Sacha (sostituto dell'infortunato Leo), che insacca con un destro all'incrocio dei pali un bel pallone filtrante in area di Juliano. Al 34' il 3° gol brasiliano: su lancio di Joao Paulo, Lucas viene steso sottoporta dal portiere Chimini in uscita. Lo stesso attaccante realizza dal dischetto e prima del riposo coglie anche un clamoroso palo 36', dopo uno spettacolare stop volante. Nella ripresa l'Internacional amministra il vantaggio, l'Albinoleffe è sfortunato quando con Ceresoli colpisce la traversa al 65', mentre poco dopo Marinho, servito da un retropassaggio di Lucas in area, infila con un sinistro d'esterno a fil di palo. I brasiliani venerdì al Voltini sfideranno la Nazionale Lega Pro di Veneri (campione uscente) nella finalissima, cercando di bissare il titolo del 2005. Le due squadre si sono già affrontate nelle qualificazioni, con la vittoria per 4-1 dell'Internacional. Squadra ricca di talenti: meritano la citazione per la vittoria in semifinale l'ispirato attaccante Lucas e il propositivo centrocampista Elton, che abbina tecnica a praticità. Nelle file dell'Albinoleffe non hanno sfigurato il difensore centrale Ferri e il dinamico centrocampista Martinez, schierato da Gaburro terzino sinistro per l'occasione.

INTERNACIONAL

Il tecnico dell'Internacional Port Alegre, Franco Da Costa: 'Devo fare i complimenti ai ragazzi, sempre concentrati per tutta la partita. Favoriti per la finale? No, sarà un incontro difficile, abbiamo già battuto la Nazionale Lega Pro nelle qualificazioni 4-1, ma venerdi sarà tutta un'altra storia. Loro sono una buona squadra, forte fisicamente e in difesa, ma dotata anche di buone qualità individuali dalla cintola in su. E inoltre già ci conoscono, quindi faranno tesoro della partita precedente'.

ALBINOLEFFE

Il tecnico dell'Albinoleffe, Marco Gaburro: 'Nonostante il 4-0 abbiamo fatto del nostro meglio, il risultato ci penalizza troppo e il divario di forze in campo non è stato così netto. Ci siamo impegnati fino alla fine e la squadra ha avuto l'atteggiamento giusto anche a partita compromessa nella ripresa, dove almeno un gol lo meritavamo. Loro comunque si sono dimostrati troppo forti, complessivamente hanno qualità tecniche molto superiori alle nostre e le hanno sfruttate. Sono comunque soddisfatto di questo torneo, siamo stati invitati in extremis, ma abbiamo onorato al meglio l'impegno, arrivando fino alle semifinali e nonostante qualche assenza di troppo. Se torno alle prime squadre? Prima o poi mi piacerebbe (Gaburro ha allenato il Portogruaro in C2) ma ho solo 37 anni e quindi non ho fretta. Se arriva la chiamata giusta ci penserò, intanto però mi piace lavorare con l'Albinoleffe e sono già stato confermato per la prossima stagione'.