58
Caro Leo Turrini, stavolta da dove cominciamo? 
"Da Joe Frazier e Muhammad Ali". 

Temo tu abbia sbagliato sito, qui mica parliamo di boxe. 
"Fammi dire. Anzi, fammi scomodare anche George Foreman. Costui nel 1974 era l'imbattuto e imbattibile re dei pesi massimi. Nemmeno trovava sfidanti e così venne allestita la rivincita tra Frazier e Ali giusto per designare chi doveva andare a farsi menare da Big George". 

Fuori i secondi. 
"Esatto e quindi arrivo a Lazio-Inter, partita che serve a scegliere chi dovrà prendersi i cazzotti della Juve". 

Conte e Inzaghi non saranno d'accordo. 
"E fanno bene e possono anche appellarsi alla storia, che è maestra. Sai come andò a finire, nel 1974? Ali batte Frazier e poi andò a Kinshasa a riempire di botte Foreman". 

Dici che avremo un Rumble in the Jungle calcistico? 
"Ci siamo vicini ma dipende dalla Vecchia Signora". 

In che senso? 
"Rimango convinto che la Juve abbia qualcosa in più di Lazio e Inter, vuoi per organico vuoi per qualità dei singoli". 
E allora come mai Sarri è sulla graticola? 
"Perché era sbagliata l'equazione di partenza che suonava così: i bianconeri dominano con Allegri che li fa giocare male, figurati cosa combineranno quando Sarri li farà giocare bene". 

Dov'era l'errore? 
"Allegri non sarà mai un esteta e lo rivendica pure, ma è bravo. Lo è anche Sarri, ma provare a cambiare la mentalità in una società che in patria vince da otto anni, ecco, non viene automatico. Ti dispiace se faccio l'esempio della mia Ferrari?". 

Prego, così mi dici anche cosa pensi della nuova monoposto. 
"Quando da Maranello se ne andò Schumi, dopo 5 mondiali consecutivi, beh, tutto quello che faceva Raikkonen, il successore, non andava bene. Tieni presente che KR7 in Rosso fra piloti e costruttori ha portato a casa tre titoli in due anni. Ma lo criticavano comunque. Per sua fortuna, almeno le Poste lo lasciavano stare". 

Invece oggi pure i postini ce l'hanno con Sarri. 
"Guarda, sull'argomento mi è piaciuto tanto Gramellini sul Corriere della Sera. Il politicamente corretto nel linguaggio dobbiamo pretenderlo sulle cose serie, sulle discriminazioni, sul razzismo, sull'omofobia, sul sessismo. Ma se un allenatore non può più fare una battuta sui postini, beh, allora i bancari dovrebbero chiedere la forca per Antonello Venditti per quel verso che più o meno fa compagno di scuola/ti sei salvato/o sei finito in banca pure tu?". 
 
Ti trovo molto sarrista. 
"Non mi piacciono i pregiudizi ma rimango ferrarista e interista". 

A proposito: all'Olimpico chi vince? 
"Sessanta per cento Inzaghi, venti Conte, venti pareggio". 

Meglio la nuova Ferrari o la nuova Mercedes? 
"Da ferma la Ferrari è sempre bellissima e fortissima. In movimento, temo sarà ancora più forte la Mercedes".