29
In Uruguay sono sicuri: "E' il nuovo Cavani". Etichetta piazzata sul petto di Darwin Nuñez, classe '99 del Benfica e uomo-copertina della notte di Amsterdam, dove con un suo gol ha eliminato l'Ajax dalla Champions portando la squadra di Verissimo ai quarti. 26 reti in 33 partite. A 22 anni. Numeri da top player e un'estate da protagonista sul mercato. Il futuro sarà in uno dei cinque principali campionati europei, e già a gennaio il West Ham aveva provato a portarlo in Premier League: offerta da 48 milioni di euro portata sulla scrivania del Benfica nell'ultimo giorno di mercato. Niente da fare, non bastano. E ora per il bomber c'è già la fila: gli Hammers sono pronti a rilanciare la proposta respinta, l'Atletico Madrid lo segue interessato e il Newcastle è pronto a mettere sul piatto una cifra importante per superare la concorrenza. E in Serie A? Qualche mese fa gli agenti del giocatore avevano incontrato anche il Milan, che ora ha puntato Origi del Liverpool

QUASI ADDIO AL CALCIO - Tutti pazzi per questo ragazzo cresciuto ad Artigas, città uruguaiana al confine col Brasile. Darwin è il secondo di due figli, cresce nel quartiere povero El Pirata sotto lo sguardo attento di mamma Silvia, casalinga, e papà Bibiano che si spacca la schiena per regalare un futuro ai figli: "Lavoravo fino a 12 ore in cantiere per farlo giocare a calcio". Sacrifici ricompensati, perché oggi la famiglia Nuñez si gode il gioiellino di casa. E pensare che a 16 anni era pronto a prendere un'altra strada. Si rompe il ginocchio nelle giovanili del Montevideo: stop di un anno. Addio calcio. Era convinto. Poi un giorno si ritrova su un lettino di uno psicologo su intuizione del ct dell'Uruguay Under 20 Coito. L'esperto tocca le corde giuste et voilà, il piccolo Darwin cambia idea e torna a sorridere. Bastano qualche giocata e 4 gol con la maglia del Peñarol per convincere l'Almeria a portarlo in Europa: 7 milioni investiti e ripagati alla grande con 16 reti in 30 partite nella seconda divisione spagnola. 
LA SCELTA DEL BENFICA - Nuñez segna e sogna. In Italia lo seguono Milan e Napoli che cerca una punta dopo la cessione di Milik - poi arriverà Osimhen - ma quel nome è da tempo cerchiato in rosso tra gli appunti di Manuel Rui Costa, direttore generale del Benfica che vuole portare a tutti i costi Darwin a Lisbona per sostituire Vinicius ceduto al Tottenham. Detto, fatto: 24 milioni messi sul tavolo e tanti saluti alla concorrenza. E' l'acquisto più costoso nella storia del club e grazie alle prestazioni col Benfica debutta anche in nazionale con Tabarez ct. Per prendere il classe '99, il dirigente portoghese ha resistito anche alla tentazione Cavani: Edinson si era offerto e poteva arrivare a zero dopo essersi svincolato dal Psg, ma lo sguardo del Benfica era proiettato al futuro. No grazie, preferiamo il giovane. Proprio lui, Darwin Nuñez. Il futuro Cavani.