Commenta per primo

PRO CERVIGNANO-UDINESE 0-14

MARCATORI: 3’, 10’, 42’ Di Natale, 15’, 26, 28 Abdi, 34’Angella, 44’ Inler; nella ripresa 8’ Beleck, 14’, 20’ Denis, 18’, 42’ Vydra, 22’ Armero.

PRO CERVIGNANO (3-5-2): Dose (30’ pt Vittor); Fratantonio, Sguazzin (30’pt Castaldo), Mascarin (30’pt Tomasin); Bertoni (30’pt Chaippaetti), Marino, Coccolo (30’pt Ponziano), Ferro (30’pt Ranieri), Sangalli (11’st Pontin); Fierro (30’pt Valentinuz), Biancotto (11’st Tolloi). All: Franti.

UDINESE PRIMO TEMPO (3-5-2): Handanovic; Angella, Ekstrand, Coda, Cuadrado, Pinzi, Badu, Inler, Pasquale; Abdi, Di Natale. All. Guidolin.

UDINESE SECONDO TEMPO (4-3-3): Koprivec; Ferronetti, Zapata, Domizzi, Armero; Inler (25’ Salustri), Badu (25’ Sbardella), Asamoah; Beleck, Denis, Vydra. All: Guidolin

ARBITRO: Vaccher di Pordenone

CERVIGNANO – In un pomeriggio ventoso l’Udinese supera la Pro Cervignano, formazione militante nel campionato di Eccellenza regionale, con un rotondo 14-0. Dopo appena tre minuti Di Natale sblocca il risultato di testa con un tuffo che non lascia scampo a Dose. Il capitano bianconero concede il bis al 10’minuto con una punizione all’incrocio dei pali che lascia a bocca aperta e strappa applausi a tutto il pubblico presente al “Marino Dissabo”. Al quarto d’ora una splendida serpentina di Pasquale getta nel panico la retroguardia gialloblu: Dose salva con un’uscita bassa, ma non può nulla sul tap-in di Abdi. Al 24’ il numero 10 delizia il pubblico con una girata al volo che termina alta di un soffio sopra la traversa. Nello spazio di 120 secondi Abdi, prima di destro e poi di sinistro, porta a cinque il conto per i bianconeri. Alla mezz’ora mister Franti lascia spazio alla linea verde gialloblu inserendo un folto numero di juniores e allievi. L’inzuccata di Angella, il tacco di Di Natale e il piatto destro di Inler chiudono la prima frazione di gioco sull’8-0.

Nella ripresa Guidolin cambia nove undicesimi e modulo di gioco, passando dal 3-5-2 al 4-3-3. Le ostilità riprendono con un gol di Biancotto annullato e con la zampata di Beleck. L’Udinese raggiunge la doppia cifra con un calcio di rigore calciato da Denis all’incrocio dei pali. Poco dopo il Tanque propizia anche l’undicesima marcatura di giornata saltando il portiere e servendo Vydra sulla linea di porta. Alla punta argentina basta un altro giro di lancette per colpire ancora: lo stacco è imperioso e l’incornata precisa. Al 22’ Armero lascia sul posto il diretto avversario con una prepotente accelerazione: il sinistro a incrociare del colombiano finisce il fondo al sacco. Sul triplice fischio Vydra chiude i conti con un preciso piatto destro che si infila nell’angolino basso.